17.09.2012 – 21:30 "L’Uomo dal fiore in bocca" e "La patente"

Lascia un commento

16 settembre 2012 di pirandelloweb

Lunedì 17 settembre, alle  21.30, saranno portate in scena “L’Uomo dal fiore in bocca” e “La patente”, nella suggestiva terrazza dell’Hotel Ambasciatori con la sua vista mozzafiato sul cuore del centro storico.

Il teatro pirandelliano protagonista per una sera a Palermo. L’evento, è organizzato dall’Asc Oltre il Muro, un’associazione senza scopo di lucro che raccoglie fondi da destinare ad enti benefici. Nella prima opera, sul palcoscenico Franco Pecora, che ne ha curato anche la regia, e Pino Tripli. Nella seconda, invece, Daniela Fulco, Jenny Liotti, Piero Nobile, Franco Pecora e Stello Pecoraro. Regia e supervisione sono di Claudio Ambrosetti. Ingresso libero

La patente
“L’uomo per sopravvivere è costretto a crearsi delle apparenze, sia su se stesso sia sugli altri, in parte per deresponsabilizzarsi, per tranquillizzarsi e per esorcizzare i misteri della vita, della morte e dell’uomo. L’etichetta, la maschera, il ruolo plasmati dagli altri sono talmente penetranti da risultare incancellabili e talvolta pure inalterabili. Una delle tragedie dell’uomo è proprio quella di doversi aggrappare, per sopravvivere, proprio a queste maschere fino al punto da immedesimarsi completamente in esse, da restarne assorbito fino alla scarnificazione della propria personalità. Ed ecco che il protagonista de “La patente” si ricuce su misura gli abiti dello iettatore, e non contento ancora delle nuove sembianze, rivendica il diritto di rifondare, come un nuovo Noè, le basi dei tessuti sociali, troppo orribili per essere conservate”.

L’uomo dal fiore in bocca
“È un perfetto esempio di un dramma borghese nel quale convergono i temi dell’incomunicabilità e della relatività della realtà. È un colloquio fra un uomo che si sa condannato a morire fra breve, e per questo medita sulla vita con urgenza appassionata, e uno come tanti, che vive un’esistenza convenzionale, senza porsi il problema della morte. Pirandello trasse il testo teatrale da una novella scritta anni prima e intitolata ‘La morte addosso'”.

da Palermo Today
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: