«Se vi pare» Placido si inchina a Pirandello

Lascia un commento

22 marzo 2012 di pirandelloweb

 Ecco il classico di stagione con Micol e la Lojodice 
da L’Espresso, edizione Trentino

22 marzo 2012

TRENTO. Un autore geniale, Luigi Pirandello; un regista prestigioso, Michele Placido. E interpreti che hanno scritto importanti pagine della storia del Teatro italiano quali Giuliana Lojodice, Pino Micol e Luciano Virgilio. Si presenta con questo biglietto da visita il nuovo allestimento di «Così è… (se vi pare)» che debutterà a Trento sul palcoscenico dell’Auditorium questa sera alle 20.30. (in programma fino a domenica).  Definita da Pirandello una parabola in prosa, «Così è… (se vi pare)» si sofferma, in modo leggero e divertito, sul tema della verità. Una verità che tutti cercano, ma che sarà continuamente affermata e contraddetta in un intrecciarsi di ipotesi senza sbocco.  Sviluppando la tesi che, a qualunque livello, qualunque verità risulta contraddittoria e non conoscibile, la commedia porta in scena il gretto ambiente della provincia, la sua morbosa curiosità, il malsano desiderio di conoscere i fatti altrui.  Ed ecco che, in una piccola cittadina, arriva un nuovo segretario di Prefettura, il signor Ponza, e subito il pettegolio delle signore si dà a indagare attorno alla sua famiglia.  Tanto più che la suocera, la signora Frola, si reca a far visita ad un superiore del genero, il Consigliere Agazzi, e gli confida che Ponza sarebbe in preda a uno stato di follia, ritenendo egli di aver contratto un secondo matrimonio, dopo la morte della prima moglie.  Uscita di scena la donna dopo questa rivelazione, irrompe Ponza a riferire la sua verità: è la suocera a essere pazza, in quanto convinta che la sua attuale compagna sia la figliola ancor viva.  Di qui la necessità, per alimentare nella vecchia l’illusione che la tiene in vita, di impedire che le due donne abbiano rapporti fra di loro.  Ciascuno dei due ha parlato con apparente ragionevolezza, mostrandosi pienamente convinto del proprio asserto e, di conseguenza, la curiosità pettegola e crudele della cittadinanza si scatena e, allo scopo di scoprire la verità, si arriverà perfino a inscenare una vera e propria inchiesta.  Ma l’indagine rimarrà senza esito e la signora Ponza, affermando “io sono colei che mi si crede”, non svelerà il segreto della sua identità.  «Con la regia di «Così è (se vi pare) – racconta Michele Placido – sono arrivato, all’età di 65 anni, alla mia prima messa in scena teatrale. Con delle idee su Pirandello che ho maturato fin dai tempi dell’Accademia Nazionale di Arte Drammatica. Avevo 21 anni quando ho cominciato a frequentarlo».  Il signor Ponza è Pino Micol, Giuliana Lojodice la signora Frola e Luciano Virgilio è Lamberto Laudisi. 

da L’Espresso, edizione Trentino
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: